CRISI DI GOVERNO: SI ALLONTANA CON L’ACCORDO SULLA PRESCRIZIONE

CRISI DI GOVERNO: SI ALLONTANA CON L’ACCORDO SULLA PRESCRIZIONE

Roma, 11:00 – È da poco terminato il Consiglio dei Ministri. Trovata la quadra sull’interruzione della prescrizione nel processo penale dopo la sentenza di primo grado. Un punto che ha visto in questi giorni il rimbalzo di posizioni differenti tra Lega e 5Stelle.

Qualcuno – in ambienti parlamentari – riferiva che se non fosse stato trovato l’accordo i grillini avrebbero fatto saltare il decreto sicurezza al suo secondo passaggio alla Camera per l’approvazione definitiva.

Tutto risolto. Questo il messaggio del ministro alla Giustizia, Alfonso BONAFEDE, all’uscita di Palazzo Chigi assediato dai giornalisti.

“La prossima settimana andrà in aula a Montecitorio il ddl anticorruzione che conterrà anche l’emendamento sulla prescrizione. La sospensione varrà per tutti i reati ed entrerà in vigore il prossimo anno. Contestualmente alla riforma del processo penale che avrà tempi più brevi”. Così il guardasigilli BONAFEDE.

“La riforma del processo penale avrà spalle larghe anche per l’assunzione di nuovi magistrati e cancellieri che renderanno più veloce lo svolgimento delle udienze. Abbiamo investito 500 milioni di euro per rendere la legge uguale per tutti, con tempi certi”, ha aggiunto in ministro della Giustizia in quota al M5s.

Soddisfatto il vicepremier leghista SALVINI che ribadisce l’accordo solo se i tempi del processo “saranno certi”.

RFI24 – PRESS