SALVINI (LEGA): LASCEREMO L’ITALIA MEGLIO DI COME L’ABBIAMO TROVATA

SALVINI (LEGA): LASCEREMO L’ITALIA MEGLIO DI COME L’ABBIAMO TROVATA

Roma, 11:20 – La settimana politica del Governo comincia con un’intervista radio a RTL del vicepremier leghista.

In attesa della discussione sulla manovra economica a Montecitorio, che partirà domani pomeriggio, e delle riunioni di Bruxelles in agenda tra Eurogruppo ed Ecofin, Matteo SALVINI precisa che l’accordo non riguarderà i decimali
al taglio del debito pubblico, ma la sostanza dei provvedimenti che il governo gialloverde intende adottare.

“Non è una questione di riduzione del deficit dal 2,4% al 2%. L’Europa dovrà dire se i soldi verranno spesi bene o male. Se poi riusciremo a risparmiare ben venga. Il giudizio della Commissione europea sulla manovra, comunque, non potrà essere preventivo ma solo dopo aver visto il provvedimento definitivo che uscirà dal Parlamento italiano”, ha spiegato Salvini rivolto all’esecutivo Ue guidato dal lussemburghese Jean Claude Juncker. Una chiara apertura nei confronti dei tecnici di Bruxelles che raffredda i mercati e il differenziale btp-bund. Oggi in rialzo, in apertura di sessione, a +2,23% e spread in discesa a 282.

“Questo governo – ha aggiunto Salvini – andrà in fondo sulla riforma della Fornero e sulla riduzione delle tasse ai cittadini. E vi annuncio che, molto presto, taglieremo la burocrazia per chi vuole fare impresa e ridurremo i tempi della giustizia”.

Il leader del Carroccio ha anche parlato di cuneo fiscale sul lavoro: in Italia, tra i più alti in Europa. “Il costo del lavoro è la prossima bestia che cercheremo di abbattere. Inizieremo entro la fine di quest’anno”, ha detto.

Non è mancato un passaggio sulla forte ascesa della Lega e del rapporto con gli alleati di coalizione. “Io e la Lega non siamo un tram, dove si entra e si esce per convenienza. Con Forza Italia governiamo bene comuni e regioni”, il messaggio di Salvini rivolto ai dirigenti del centrodestra.

“La legislatura durerà cinque anni – ha poi concluso – e lasceremo l’Italia meglio di come l’abbiamo trovata. È una promessa, che tutti voi sapete che manterrò come le altre già mantenute”.

RFI24 – PRESS